LA TUA AGENZIA DI VIAGGIO AD APRILIA
fabiana@avventureesotiche.it    06 9275242

Vola X 1000 - Concorso estivo

 

Regolamento: Contest

VOLA X 1000

La partecipazione al concorso prevede l’accettazione integrale del seguente regolamento.

La ditta proponente è AVVENTURE ESOTICHE DI RAFFANI FABIANA (di seguito “Avventure Esotiche”)

con sede legale in Via dei lauri 156, 04011 Aprilia, LT.

PREMIO

Il premio consiste in un buono viaggio da spendere presso l’agenzia di viaggio Avventure Esotiche di RAFFANI FABIANA dal valore di € 1000,00.

Potrà essere speso per un viaggio con voli charter, di linea o come solo soggiorno con i tour Operator partner della presente agenzia.

Non può essere speso per solo voli, solo treni o solo traghetti.

Il valore massimo del premio è € 1000,00 tasse incluse.

Potrà esser utilizzato dal 1 Novembre 2016 al 1 Novembre 2017.

Il Viaggio verrà assegnato al primo classificato.

DURATA

Il concorso inizia il 23 giugno 2016 e termina il 15 ottobre 2016 alle ore 13,00.

Le registrazioni e l’invio delle foto sarà valido a partire dal 23 giugno 2016 al 15 ottobre 2016 alle ore 13.00 (farà fede l’ora della mail inviata).

La selezione delle fotografie con la proclamazione del vincitore con giuria avverrà entro e non oltre

il 30 ottobre 2016.

DESTINATARI:

Tutti coloro completino l’invio della foto su ben@avventureesotiche.it , residenti sul territorio italiano e della repubblica di San marino e che

abbiano compiuto 18 anni.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Si partecipa al Contest inviando la mail con la foto e i dati anagrafici a ben@avventureesotiche.it

Per completare l’iscrizione è necessario che i dati personali, la foto del contest e l’accettazione del regolamento vengano trasmessi tramite mail al seguente indirizzo: ben@avventureesotiche.it .

Dove si richiederà:

-nome

-cognome

-cellulare

-email

-location dello scatto

-di dare il consenso al trattamento dei dati personali e all’utilizzo dell’immagine sui social network a fini pubblicitari/promozionali..

Se non ci saranno dati incompleti, nell’arco delle 48 ore la foto entrerà in concorso e, a scopo pubblicitario, verrà pubblicata sulla fan page di facebook: AVVENTURE ESOTICHE e inserita in una cornice digitale dove saranno scritti i marchi di Avventure Esotiche e Fluidtravel.

La partecipazione al concorso è subordinata all’accettazione che la foto venga pubblicata in associazione a tali marchi e inviata a: ben@avventureesotiche.it

ATTENZIONE: Sarà accettata una sola foto per account mail che sarà anche il nominativo a cui sarà prenotato/designato

il premio. l premio verrà assegnato all’esatto nome e

cognome della persona che ha inviato tutti i dati richiesti alla mail

ben@avventureesotiche.it

CARATTERISTICHE DELLA FOTO

Il partecipante può partecipare con una sola foto.

La foto deve contenere obbligatoriamente una persona o più persone che stanno compiendo l’azione di un salto, di un tuffo, di un lancio o comunque l’azione di una sospensione in aria. E’ necessario che la persona non tocchi con le gambe il suolo. E’ FONDAMENTALE CHE IL VISO DELLA PERSONA SIA BEN VISIBILE E ATTRIBUIBILE AL PARTECIPANTE ISCRITTO.

Non saranno accettate foto di spalle, in penombra o comunque foto dove il soggetto principale non sia riconoscibile e sia diverso dalla persona iscritta.

La foto deve essere pertinente al tema turistico e paesaggistico di vacanza, allo stesso modo, non saranno prese in considerazione, ai fini dell’assegnazione del premio a discrezione e insindacabile giudizio di Avventure esotiche nella persona di Fabiana Raffani, foto ritenute fuori tema o che abbiano utilizzato mezzi o strumenti giudicati sospetti, fraudolenti (come fotomontaggi), o in violazione del normale svolgimento dell’iniziativa oppure gli utenti che, a titolo meramente

esemplificativo e non esaustivo, ostacolino il processo di registrazione degli utenti. Inoltre non sono

ammesse immagini a contenuti offensivi, diffamatorio, ingiurioso, non corrispondente al vero,

volgare, detestabile, molesto, osceno, offensivo lo spirito religioso, di natura sessuale, minaccioso,

lesivo della privacy delle persone e contrario a qualsiasi norma di legge, al buon costume, all’ordine

pubblico e non conforme alla normativa vigente o che ledano la morale comune, pena l’esclusione o

la non ammissione al concorso.

Inoltre il titolare della foto dichiara di essere titolare del diritto d’autore relativo alla foto inviata e

presta il consenso alla pubblicazione della stessa e manleva la Avventure Esotiche da qualsiasi

richiesta avanzata da terzi in relazione alla titolarità dei diritti d’autore delle fotografie e alla

violazione dei diritti di eventuali persone in esse rappresentate.

La foto può contenere 1 o più persone, purchè quest’ultimi siano consapevoli sotto diretta responsabilità del registrato che la loro immagine verrà pubblicata

sulla Fanpage di Facebook: Avventure Esotiche con una cornice digitale dove si riporta il marchio di Avventure Esotiche e Fluidtravel, al solo fine promozionale del contest e sul sito

www.avventureesotiche.it al solo fine pubblicitario e che il soggetto che pubblica abbia tutte le

autorizzazioni e le liberatorie, da parte di questi terzi, necessarie in base al presente regolamento.

Le foto verranno raccolte e pubblicate in ordine di arrivo sulla fanpage facebook di AVVENTURE

ESOTICHE solo a titolo promozionale e pubblicitario, la foto non riporterà il nome e cognome del partecipante (sempre che, su richiesta espressa del partecipante, voglia comparire) ma bensì solo un codice identificativo progressivo e resteranno salvate nel suo interno finchè il partecipante stesso non ne chieda la cancellazione via mail su: ben@avventureesotiche.it.

DESCRIZIONE DEL RICONOSCIMENTO DELLA FOTO VINCITRICE

Tutte le foto raccolte verranno giudicate da una giuria di esperti nelle seguenti modalità.

-Il termine del concorso si avrà il 15 ottobre 2016 alle ore 13.00, nei giorni successivi e comunque entro

il 30 ottobre 2016, dopo la raccolta e il controllo completo dei partecipanti con le relative foto, si

avrà l’incontro con il Notaio, come previsto dall’art.9 comma 1 del DPR 430/2001, ove si riunirà la giuria che effettuerà, tra tutte le fotografie pervenute valide, una selezione di 10 fotografie preferite.

Tra le 10 foto pre-selezionate si decreterà il vincitore finale.

Le 9 fotografie rimaste verranno messe in ordine di preferenza e verranno utilizzate come riserve in

caso:

-di irreperibilità dei vincitori

-discrepanza tra il soggetto della foto e l’iscritto, attraverso la comparazione della foto del documento di identità (passaporto o carta d’identità).

-registrazione non conforme e non veritiera

-mancata risposta del vincitore nel termine di 7 giorni di calendario dalla sua decretazione.

Si precisa che:

al momento della selezione le fotografie verranno rese anonime e pertanto non verranno messi a

conoscenza ai giudici i dati dei partecipanti.

La pre-selezione delle 10 foto avverrà secondo le seguenti caratteristiche:

-Qualità dell’immagine.

-Creatività e Originalità

-Pertinenza e attinenza con il tema turistico/paesaggistico

Il giudizio dei giudici è insindacabile e si basa su una valutazione soggettiva che mira a centrare le

finalità creative e d’immagine dell’Avventure Esotiche.

Le decisioni adottate dalla giuria secondo i prefetti criteri dovranno ritenersi definitive e

inappellabili in qualsiasi sede.

COMUNICAZIONE E ASSEGNAZIONE DEL PREMIO.

Il nome dell’autore della foto considerata migliore secondo i criteri sopra enunciati sarà pubblicato

sulla fan page Facebook di AVVENTURE ESOTICHE e l’autore stesso sarà contattato

individualmente all’indirizzo e-mail comunicato su ben@avventureesotiche.it.

Entro e non oltre 7 giorni dall’invio della mail della comunicazione di avvenuta vincita, il vincitore

dovrà dichiarare di voler accettare il premio tramite mail su ben@avventureesotiche.it .

In caso di rifiuto o errato recapito o mancata risposta, dopo 7 giorni, il premio verrà assegnato al

secondo classificato e così via fino al decimo, finchè il premio non verrà accettato.

L’Avventure Esotiche non si assume alcuna responsabilità nel caso in cui si verifichino le seguenti

condizioni:

-la mailbox del vincitore risulti piena

-la mailbox del vincitore risulti disattivata

-l’email indicata dal partecipante risulti inesistente, errata o incompleta

Inoltre il partecipante è l’unico responsabile della gestione della propria casella di posta elettronica

per le relative prese visioni delle comunicazioni di risposta integrative o esaustive o proclamative da

parte di Avventure Esotiche.

Il vincitore che non potesse o volesse usufruire del premio non avrà diritto ad alcuna somma di

denaro o indennizzo. Il riconoscimento NON è cedibile a terzi in quanto frutto dell’abilità personale

del registrato.

Il vincitore verrà contattato per apporre firma sulla liberatoria per l’utilizzo dell’immagine su

facebook e i siti internet associati a Avventure Esotiche.

In caso di annullamento, dopo la prenotazione del viaggio, per cause dipendenti dal viaggiatore,

nulla verrà rimborsato.

Il vincitore si impegnerà, durante il soggiorno vinto, ad inviarci regolarmente foto e video del

viaggio svolto, così da proclamare la vera finalità del Contest, cioè l’essere “Attore di viaggio” a

tutti gli effetti. Inoltre autorizzerà al video finale dove gli verrà fatta un breve e simpatica intervista.

LIMITAZIONI DELLA RESPONSABILITA’

Viste le modalità di partecipazione all’iniziativa legate strettamente alla stabilità di tutti i sistemi di

rete, hardware e software coinvolti, Avventure Esotiche non si assume alcuna responsabilità circa

disfunzioni tecniche, di hardware o software, interruzioni delle connessioni di rete, registrazioni di

utenti fallite, non corrette, non accurate, incomplete, illeggibili, danneggiate, perse, ritardate,

incorrettamente indirizzate o intercettate e dalla mail ben@avventureesotiche.it o circa altri problemi tecnici connessi alla registrazione degli utenti e alla partecipazione ai contest. L’utente accetta che le foto possono esser trasmesse tramite internet, archiviate su supporto digitale e mostrate in tutto il mondo tramite la rete.

Nel caso di invio di una foto dove l’identità della persona è palesemente esposta, in aggiunta

all’accettazione del regolamento, l’Avventure Esotiche invierà un modulo da compilare di esonero

della responsabilità per la pubblicazione sulla rete dell’immagine del partecipante.

Gli utenti accettano sin da ora che le foto potranno essere pubblicate, trasferite o condivise, anche

da altri utenti, su social networks ai quali si può accedere tramite la piattaforma Facebook,

Instagram o altri similari, rinunciando sin da ora, l’utente e i terzi annessi alla foto, a qualsiasi

pretesa economica e/o indennità, fatto salvo il suo diritto di essere citato su richiesta quale autore

della foto.

La licenza d’uso concessa dall’utente al momento della pubblicazione della foto può essere revocata

immediatamente tramite la cancellazione della foto stessa dietro richiesta via mail a

ben@avventureesotiche.it .

La suddetta licenza sarà valida per tutto il periodo durante il quale i contenuti sono postati su

Facebook. L’utente prende comunque atto che Avventure Esotiche potrebbe non avere la facoltà di

rimuovere le foto da siti esterni quali social networks, blog o pubblicazioni online ed accetta che le

proprie foto vi rimangano pubblicate senza che questo possa costituire motivo di richiesta di

qualsiasi genere nei confronti di Avventure Esotiche.

Il server di registrazione effettiva di tutti i dati è presso la mail ben@avventureesotiche.it :

Tale server mail è in Italia, di Aruba S.P.A in Località Palazzetto, 4 52011 Bibbiena Stazione (AR)

Indirizzo IP 72.248.110.95

Inoltre verranno anche stampati e custoditi cartacei preso Avventure Esotiche di Raffani Fabiana,

via dei lauri 156, 04011 Aprilia (LT).

ONLUS BENIFICIARIA

Con specifico riferimento al concorso a premi, ai sensi dell’art. 10 comma 5 DPR430/2001, i premi

non richiesti o non assegnati con la meccanica del concorso verranno devoluti in beneficenza alla

ONLUS: Associazione Italiana Sclerosi Multipla, via operai 40, Genova, C.F. 95051730109.

RINUNCIA ALLA RIVALSA

La Avventure Esotiche rinuncia alla facoltà di rivalsa.

GARANZIA E MANLEVA

La partecipazione al concorso è gratuita, salvo il costo della connessione internet previsto dal piano

tariffario del fornitore di accesso internet di ogni singolo utente.

Partecipando alla presente iniziativa gli utenti dichiarano e garantiscono:

– che le Foto da essi caricate non contengono materiale in violazione di diritti, patrimoniali o

personali, o pretese di terzi, (con riferimento alla legge n. 633 del 1941, al D. Lgs. n. 196 del 2003

ed alle altre leggi o regolamenti applicabili);

– di aver ottenuto da tutti i soggetti eventualmente coinvolti o ritratti nelle foto tutte le

autorizzazioni e le liberatorie necessarie.

– di aver ottenuto l’autorizzazione scritta dei genitori o dei soggetti esercenti la potestà legale per la

pubblicazione di foto in cui sono ritratti minori di età o incapaci, anche con riferimento al D.Lgs.

196/2003, e di poterne fornire su richiesta di Avventure esotiche relativa documentazione entro 10

giorni dalla richiesta effettuata anche via e-mail;

– che le Foto sono liberamente e legittimamente utilizzabili in conformità a quanto previsto dal

presente regolamento, in quanto l’autore della foto è titolare dei diritti di utilizzazione della

medesima, ovvero in quanto ne ha acquisito la disponibilità da tutti i soggetti aventi diritto, avendo

curato l’integrale adempimento e/o soddisfazione dei diritti, anche di natura economica, spettanti

agli autori dei contenuti e/o delle opere dalle quali tali contenuti sono derivati e/o estratti, ovvero ad

altri soggetti aventi diritto oppure spettanti per l’utilizzo dei diritti di immagine e nome previsti ai

sensi di legge;

– di essere consapevoli che le responsabilità, anche penali, del contenuto di ciascuna foto sono a

carico dell’autore che l’ha inviata.

Gli autori delle Foto accettano di manlevare e tenere indenne Avventure Esotiche ed i terzi da essa

autorizzati da qualsiasi pretesa, domanda o azione legale avanzata da terzi (ivi incluse ragionevoli

spese legali) e connessa o derivante dall’uso delle foto da essi caricate o dei diritti ceduti in base al

presente regolamento e dalle garanzie rese ai sensi del presente articolo.

Il vincitore autorizza sin da ora Avventure Esotiche a pubblicare sul sito e sulle fanpage di facebook

il proprio nome e cognome quale vincitore del Contest.

Trattamento dei dati personali

I dati personali raccolti nell’ambito della presente iniziativa e trasmessi alla mail

ben@avventureesotiche.it saranno trattati in conformità

con quanto previsto dalla Privacy Policy che l’utente accetta al momento dell’invio della foto alla mail ben@avventureesotiche.it

. Tali dati saranno trattati nel rispetto del D. Lgs. 196/2003 e s.m.i. con mezzi meccanici,

informatici e cartacei.

Comunque tali dati verranno utilizzati per le finalità esclusive di partecipazione a suddetto concorso

e per le comunicazioni promozionali inviate tramite newsletter del portale www.fluidtravel.it e www.avventureesotiche.it

Precisazioni

Il riconoscimento per la Foto vincitrice verrà confermato esclusivamente se i dati anagrafici

utilizzati per la registrazione risulteranno essere veritieri e se il partecipante è il reale soggetto in foto.

L’indicazione di dati personali non riscontrabili da un documento di identità, che la Avventure

Esotiche ha diritto di richiedere in qualsiasi momento per verificare la veridicità dei dati inseriti,

comporta la perdita del diritto di ricevere il riconoscimento.

Avventure Esotiche non si assume la responsabilità per eventuali errori in relazione ai dati forniti

dal vincitore ai fini della consegna dell’eventuale riconoscimento o per disguidi postali e elettronici.

Per informazioni, chiarimenti sulla partecipazione a: ben@avventureesotiche.it

🎁🎁🎁Vi svelo il PREMIO raccontandovi la mia Avventura Esotica MAURIZIANA🎁🎁🎁
Beachcomber Hotels
Ho scelto questa meta per il vincitore del contest ‪#‎attorediviaggio‬ perché rappresenta l’inizio di una passione smisurata.
Più o meno nel 2000, giovanissima, partii in vacanza con i miei genitori per la mia prima e vera esperienza esotica. Non ero mai stata ai tropici, e francamente nemmeno ci pensavo follemente, infondo ero una ventenne al primo anno di università, a cui piaceva divertirsi con gli amici. Anzi quella meta scelta dai miei non mi elettrizzò affatto, la trovavo così monotona e da coppietta triste che partì stupidamente con poco entusiasmo.
Affrontai quelle 11 ore di volo con noia e sconforto, finché in fase di atterraggio i miei occhi cambiarono espressione.
Improvvisamente si riempirono di quel l’amore che ancora oggi provo per il VIAGGIO e per ciò che mi condusse a fare questo lavoro.
Il clima in dicembre era perfetto, mentre scendevo dalla porta dell’aereo un vento fresco e piacevole mi accarezzò il viso con una delicatezza tale da farmi innamorare subito di quel ambiente tropicale simile all’Eden biblico. Mentre percorrevo in taxi la strada che ci avrebbe condotto al Troux Beach Resort, osservavo le montagne primordiali che costeggiavano la strada e mi domandavo: “possibile che il mondo sia così diverso da dove vivo io?”. Ero ingenua, non avevo visto nulla fino ad allora, ma quel l’isola stava iniziando a rapirmi l’anima.
Appena arrivata al resort, pensai con un sorriso che forse la vita meritava solo di esser vissuta li. Un oasi di palme che danzavano smeralde insieme alla brezza leggera, fiori colorati che profumavano l’aria di vaniglia, una precisione maniacale si denotava nei giardini perfettamente curati, e le camere, lussuosamente integrate con la natura, fecero il resto…
Arrivai in stanza, mi sedetti sul letto frastornata, continuavo a ripetermi “il mondo è così diverso da ciò che ho visto fin’ora, come ho potuto ignorarne il fascino’!”
Mi affacciai dalla finestra, incredula, ancora tanto verde e colori saturi e finalmente lui… Il mare!!
Chiusi gli occhi ascoltandone il rumore, afferrai la ringhiera per sostenermi da quell’estasi e sorrisi con una sola considerazione: Il mio futuro doveva riguardare questo!
Appena li riaprii, una farfalla mi si posò sul dorso della mano. La vedete in foto qui sotto, le sue ali erano incredibilmente trasparenti e pensai che un essere perfetto come quello meritava sicuramente più di chiunque altro di vivere in questa splendida isola.
Io di certo perfetta come lei non lo ero proprio, ma volevo meritarmi quel mondo così tanto che quello che provai alla Mauritius cercai negli anni di trasmetterlo agli altri.
Scoprii dopo che la farfalla incontrata di chiama “Crystal Butterfly”. Una leggenda narra che Dio la rese trasparente perché non era stata capace di decidere di che colore volesse essere.
Io invece decisi IL MIO FUTURO in quel viaggio… Con gli anni capii che quella farfalla non era poi così perfetta, perché non ebbe il coraggio di scegliere.
Io lo feci e così mi ritrovai a “vender sogni e desideri”.

Fabiana Raffani

Vi racconto UN AMORE ESOTICO ALLE SEYCHELLES.  Beachcomber Hotel
Le Seychelles sono nell’immaginario collettivo, le isole dell’amore per eccellenza, io stessa la ritengo una delle destinazioni più romantiche in assoluto e dopo l’esperienza in cui mi imbattei ne ebbi conferma. Ero esausta, la stagione estiva era  terminata e avevo bisogno di isolarmi dal mondo interno. Scelsi l’Isola di Sainte Anne, che si trova a soli 10 minuti di barca dall’isola principale di Mahe. Poche ville immerse nella natura lussuregiante in questo pezzo di eden autentico. I primi giorni la mia mente venne “presa” dall’acqua cristallina incredibile, dai comfort lussuosi dei servizi e dall’ambiente tropicale di un color smeraldo mai visto prima. Ma non potevo immaginare che questo 5 stelle fosse incastonato all’interno di una collina che si scoprì magica. Un pomeriggio decisi di darmi al trekking, mancavano solo due giorni alla partenza, mi ero completamente ritemprata corpo ed anima e così decisi di esplorale l’isola. Come vedete dalla foto aerea che ho scattato, Sainte Anne è lunga 2 km e costruita solo per un quarto, il restante è completamente selvaggio e disabitato. Andai alla reception e chiesi se era possibile avere una mappa dell’isola con i sentieri per accedere alle spiagge deserte che la contorniavano. Ma questo non fu possibile, perchè in effetti mi dissero che l’isola non aveva strade battute! Un piccolo brivido mi pizzicò la schiena, quanti segreti nascondeva? Mi diressi immediatamente verso il sentiero all’estremo nord del villaggio, presi solo uno zaino con dell’acqua, il resto era nella mia fantasiosa volontà di scoperta. Inizialmente la strada era asfaltata, fortemente in salita perchè l’isola è prettamente collinare, l’umidità era hai massimi livelli, le goccioline d’acqua mi imperlavano ogni centimetro di pelle, ma sentivo di avere ancora le forze per salire, non potevo mollare adesso che ero in cima e che da lontano scorgevo già qualcosa di interessante. Giunsi nel punto più alto e la strada si livellò, ecco che i primi chalet in legno diroccati mi si proposero come un tesoro prezioso…
Non ci pensai due volte, ed entrai immediatamente nel primo, quello che praticamente vedete nella foto qui sotto.
Avevo timore che qualche animale potese balzare fuori, un tappeto di foglie secche mi sbarrava la porta principale, ma l’adrenalina saliva e io volevo entrare. Il legno scricchiollava sotto i miei piedi, la maniglia della porta era completamente penzolante, ma dopo un paio di sollecitudini riuscii a varcare la soglia. Un odore acre di legno bagnato, misto a muschio mi fece ritornare alla realtà, era un pò azzardato quello che stavo facendo, infondo la costruzione non era sicura, inoltre era  molto buio all’interno ma dopo che da lontano vidi a terra una cornice da tavolo, mi dimenticai di tutto.
Mi avvicinai lentamente come se avessi scoperto un tesoro, la raccolsi, volevo capire la storia di quella casa apparentemente spettrale, ma rimasi delusa, perchè non conteneva alcuna foto. Mi diressi alla porta principale, con la luce l’avrei vista meglio.
Era di legno rosso, sporca e piena di buchini molto probabilemente causati dai tarli, la girai più volte finchè vidi una scritta.
“Nelson & Ivone 1934″ . Un fulmine mi colpì il cuore, chi erano? Un nome tipicamente francese con uno tipicamente inglese.
Riposai i mio monile nella casa, adagiandolo su una finestra, non mi apparteneva e non volevo violare quel simbolo d’amore.
Ero stanca e accaldata, scesi l’altro sentiero e mi ritrovai dopo 5 minuti nella spiaggia deserta. Feci un bagno fantastico in quell’acqua pura e cristallina tra le rocce granitiche. Pensavo all’amore senza tempo e ai luoghi magici che ne fanno da  cornice. Mentre uscii, mi poggiai al masso dove avevo posato lo zainetto. Un intaglio nella roccia attirò la mia attenzione: “Nelson & Ivonne For Ever”. Ancora loro?! Un soffio di vento mi attraversò la schiena, mi voltai di scatto, mi sembrò per un istante di esser osservata. Mi rivestii in fretta e corsi verso la reception. La raggiunsi dopo circa cinquanta minuti, accaldata e sconvolta. “Mi scusi, Vorrei sapere la storia dell’isola” chiesi alla receptionist. “L’isola è stata una base militare inglese, per diversi anni, sopratutto nel dopo guerra, se si affaccia vedrà sulla sommita della collina dei cannoni dell’800. Gli inglesi ci costruirono anche una prigione, dove venivano messi i criminali dell’isola o i pochi che ancora facevano pirateria.”
“Interessante, ha idea chi siano Nelson & Ivonne?” “No”. “Grazie lo stesso” dissi con delusione. La sera scese in fretta, il cielo stellato sull’isola era particolarmente terso quella sera… Pensai a loro, un amore sicuramente segreto tra un inglese e una creola… un amore che voleva resistere al tempo. Devo confidarvelo perchè l’ho vissuto davvero, IN QUELLA SPIAGGIA IO HO SENTITO I LORO RESPIRI…..
Fabiana Raffani

foto di Avventure Esotiche.
foto di Avventure Esotiche.foto di Avventure Esotiche.foto di Avventure Esotiche.

🌴 Vi racconto un pò la mia AVVENTURA ESOTICA CUBANA🌴
Una guida fantastica mi accompagnava durante il tour, era fiera del suo paese che tanto aveva lottato per una libertà che successivamente si sarebbe dimostrata non molto produttiva. Le gesta di Che Guevarra riempivano le mie giornate nelle colorate cittadine coloniali di Cuba. Ma… A Trinitad qualcosa di particolare mi successe.
Era sera e decisi di uscire con mio marito e mia figlia. Il centro storico del paese era un esplosione di colonialismo romantico. Le calde luci dei locali creavano un atmosfera dolce e piacevole e la musica, massima espressione culturale di questo paese, faceva da attrazione principale tra i piccoli locali gremiti di gente abbronzata e felice. Passeggiavo estasiata mano nella mano con mia figlia, mio marito era solito fermarsi di tanto in tanto per gustare qualche sorso di rum, ma io affamata di scoperta, amavo immergermi nei vicoli più bui e segreti. Mi incamminai verso la stradina di pietra laterale della piazza principale, era in penombra, fievoli luci gialle mi caricavano di adrenalina. Qualche passante, ma di lì a poco, io e mia figlia saremmo rimaste sole, non scorgevo nessuno in lontananza. Notavo che nient’altro di interessante poteva esser visto, così dopo un centinaio di metri decisi di tornare indietro…
Ad un certo punto una donna sui cinquant’anni, con una bambolina colorata in mano, vestita con una tunica di un bianco candido accecante attirò la mia attenzione. Dalla casa in cui era uscita provenivano musiche diverse dalla classica salsa cubana e l’odore che emanava quel luogo era molto simile agli incensi usati nelle cerimonie ecclesiastiche.
Mi affacciai, stringendo forte per mano mia figlia, in fondo stavo violando un luogo che non mi apparteneva, ma ero attratta, fortemente attratta da quel “tutto” che sprigionava.
Era una Santeria. A Cuba e sopratutto nei piccoli paesi, si poteva ancora riscoprire il culto animistico volto a reprimere gli spiriti malvagi che dominano il corpo e la mente delle persone. Vidi almeno dieci donne che si alternarono in riti purificatori, danze e preghiere, osservarle in silenzio fu un esperienza veramente profonda, sopratutto perché vissuta in quel minuscolo paesino dimenticato da Dio. Mia figlia era stanca e probabilmente un pò spaventata, anche se il tutto si esprimeva nel senso positivo della cosa decisi di uscire a malincuore ipnotizzata da quel luogo affascinante. Il cartello postato qui sotto lo scovai all’uscita della santeria e mi diede una lezione che mi serve ancor oggi per comprendere certi “strani atteggiamenti” delle persone.  L’INVIDIA È NELL’ANIMA DEI CODARDI. Chi ti invidia è perché non ha il coraggio di fare ciò che tu sei riuscito a fare.  Cuba fu anche questo. Spiritualità e Morale.
Fabiana Raffani

 

"Io""Cayo Levisa""Havana""Trinitad"
Era la seconda volta per me alle Maldive, durante il mio soggiorno mi misi d’accordo con la proprietà alberghiera così da organizzarmi una notte in un isola deserta. Viaggio con mio marito di 39 anni e la mia bimba di 6, ma quell’unica notte indimenticabile volevo concedermela in totale solitudine. Dopo svariate opere di convincimento ci riuscii!
Mi portarono sull’isola alle 17.00 e mi lasciarono un telefono satellitare, 6 bottiglie di acqua, la cena e una decina di asciugamani. Avevo appuntamento per rientrare alle 6 di mattina del giorno dopo. Appena sbarcata dal dhoni, la tipica imbarcazione maldiviana, faceva ancora molto caldo, ero carica, estasiata dal mare e dalla natura selvaggia che mi circondava. Passai il tempo prima del tramonto a fare bagni, raccogliere fiori e ad osservare strani animaletti che camminavano sulla sabbia… Preparai il “letto” in un gazebo di fortuna diroccato, e attesi… Iniziò a calare la notte, li venni presa un po’ dal panico, il silenzio era quasi rumoroso, sentivo solo le onde del mare che si infrangevano con più forza per via del vento che si stata alzando, il buio stava inghiottendo tutti i colori e con essi anche le mie certezze. Mi gustai il tramonto che vedete qui sotto con dei lacrimoni grandi come una goccia di pioggia tropicale, mi emozionai tantissimo, non avevo mai fatto un viaggio introspettivo nel silenzio e con le mie paure.
Venni colta più volte dall’idea di prender quel telefono satellitare e chiamare per esser prelevata in anticipo, ma resistetti. Infondo non c’era nessuno sull’isola, e fuggire sarebbe stato a significare che l’unica vera paura che provavo era di me stessa. Provai a poggiarmi nel gazebo, sopra una panca di legno marcio e mi coprii con tutti e dieci gli  asciugamani, l’umidità ti penetrava nelle ossa e mi provocava dei brividi incredibili ma, forse, il vero freddo era nella mia ragione… Lo superai quando chiusi gli occhi più o meno alle 2.00. Il giorno giunse verso le 5, mi alzai, raggiunsi la riva, allargai le braccia e respirai profondamente a pieni polmoni. Quel l’odore ancora oggi non sono più riuscita a sentirlo… Odore di libertà, passione per i viaggi e sale marino….
Fabiana Raffani
foto di Avventure Esotiche.
foto di Avventure Esotiche.foto di Avventure Esotiche.foto di Avventure Esotiche.